[bt_header superheadline="Latest news" headline="Blog grid" headline_size="extralarge" dash="bottom" subheadline="Credibly innovate granular internal or
RimodellamentoLabbra-1200x645.jpg

Per quale motivo effettuare un trattamento di rimodellamento delle labbra?
Il trattamento di rimodellamento delle labbra è ricercato da chi desidera un miglioramento della forma e un aumento del volume delle labbra.

Attraverso quali interventi si ottengono gli effetti di rimodellamento delle labbra?
Per il modellamento e l’aumento di volume delle labbra si utilizzano i filler specifici per le labbra all’acido ialuronico completamente riassorbibili (senza effetti collaterali permanenti) che hanno una consistenza morbida adatta per un tocco e una sensazione soffice e naturale delle labbra.

Come si presentano le labbra subito dopo il trattamento con filler?
Dopo il trattamento con filler, le labbra presenteranno leggermente ipercorrette per il trauma dell’ago. Dopo una settimana si ha il massimo del risultato che dura per mesi (la durata dipende non dalle caratteristiche del filler ma dalla mimica delle labbra stesse). Conviene fare comunque un ritocco a pochi mesi se si vuole mantenere l’effetto desiderato più a lungo.


LabbraPRIMA e DOPO
PRIMA
DOPO

LabbraPRIMA e DOPO
PRIMA
DOPO

LabbraPRIMA e DOPO
PRIMA
DOPO

LabbraPRIMA e DOPO
PRIMA
DOPO

LabbraPRIMA e DOPO
PRIMA
DOPO

Video


filler.jpg

COS’è IL FILLER?
l filler sono a base di acido ialuronico crosslincato o di policaprolattone, sostanze completamente riassorbibili e quindi scevre da danni permanenti.

A COSA SERVE IL FILLER?
A ridare armonia al volto che ha perduto le sue caratteristiche. Il filler ha due obiettivi, quello di ripristinare i volumi persi del volto e di correggere le rughe profonde che si creano con l’avanzare del tempo.

IN COSA CONSISTE IL TRATTAMENTO CON I FILLER?
Il trattamento con i filler è una tecnica iniettiva mirata a correggere le zone che hanno perduto le caratteristiche giovani.

QUANTO DURANO GLI EFFETTI DEL FILLER?
I risultati estetici del trattamento con filler sono immediati e migliorano nel tempo. La loro durata dipende dalle caratteristiche del prodotto utilizzato e dalla sua concentrazione. Può variare da un minimo di 4/6 mesi fino a 4 anni.

QUAL è IL TIPO DI FILLER PIU’ UTILIZZATO?
Il filler più utilizzato al mondo è l’acido ialuronico crosslincato. Di ultima generazione è il policaprolattone che va a stimolare il collagene e ha una durata che varia da un anno fino a 4 anni. Entrambi i prodotti sono completamente riassorbibili e quindi non possono produrre danni permanenti, così frequenti con sostanze non riassorbibili che dovrebbero essere tutte vietate per principio.



botulino.jpg

BOTULINO
Gli effetti dell’invecchiamento sull’aspetto esteriore possono influenzare negativamente la percezione di sé e i rapporti con il mondo circostante. Non tutte le tossine botuliniche sono uguali. Vistabex è la tossina botulinica di tipo A, la prima e la più studiata al mondo e approvata per il temporaneo miglioramento delle rughe verticali di grado da moderato a grave. L’invecchiamento è accompagnato dalla comparsa di rughe dinamiche dovute alla continua attività muscolare, come nel caso delle rughe da corrugamento (o glabellari). Il botulino inibisce temporaneamente i meccanismi neuromuscolari al fine di rilassare il muscolo.

Cosa si intende per Botulino
E’ un trattamento per la correzione temporanea delle rughe di espressione del terzo superiore del volto (fronte, glabella e zona perioculare o “zampe di gallina”). Il botulino è la proteina denaturata della tossina botulinica di tipo A. Questa proteina ha la funzione di occupare i recettori per i neuro trasmettitori delle fibre muscolari, inibendo temporaneamente la contrazione del muscolo. Mettendo i muscoli a riposo non è possibile effettuare più le rughe di espressione che vengono così attenuate o cancellate del tutto.

Perché preferire un intervento di Botulino
Per il terzo superiore del volto è indispensabile utilizzare il botulino perché è l’unico ad indurre la muscolatura al riposo. Laddove, successivamente al trattamento con la tossina botulinica, fossero ancora visibili delle piccole rughe, queste si possono correggere con altri trattamenti come il Filler o il Plexr (utile per liftare le rughe).

Quando farlo
Sempre di più oggi si tende ad utilizzare il botulino anche sui giovani perché è stato constatato che la ripetizione del trattamento per uno o due anni disabitua il soggetto ad effettuare quelle rughe di espressione che appesantiscono il volto. Negli adulti rimane sempre il trattamento principe per eliminare le rughe di espressione.

L’importanza di una visita specialistica
La visita specialistica è importante sia per lo specialista che per i pazienti. E’ necessaria per valutare insieme le rughe di espressione e le asimmetrie del volto da trattare e per rendere ancora più apprezzabile il risultato finale.

Durata dell’intervento di Botulino
L’intervento dura pochi minuti, è veloce e indolore.

Anestesia
Non è necessaria anestesia.

I vantaggi del Botulino
Grazie al trattamento con il botulino sarà possibile correggere gli inestetismi del terzo superiore del volto che apparirà così più giovane e disteso. L’intervento è veloce, indolore e non invasivo. Già dopo pochi giorni si potrà notare il risultato sulla pelle.


Trattamento-acne-1200x797.jpg

Quali sono le principali cause dell’acne e quali persone ne sono più soggette?
L’aumento degli ormoni androgeni, frequente in età adolescenziale, stimola una produzione eccessiva di sebo da parte delle ghiandole sebacee. Il sebo è carico di batteri che favoriscono la comparsa dei brufoli. Il periodo cruciale rimane quello dell’adolescenza, generalmente fino ai 20 anni, ma esistono anche casi di acne infantile (neonati) e, per le donne tra i 20 e i 25 anni, in coincidenza del ciclo mestruale. Le zone del corpo più colpite sono il viso, il torace e la schiena.

A chi rivolgersi e che tipo di benefici garantiscono i farmaci contro l’acne?
Il medico specialista può prescrivere farmaci e trattamenti che consentono di tenere sotto controllo l’acne, evitando cicatrici e discromie della pelle. Per le donne spesso la terapia contraccettiva è indicata anche per l’acne.

Quali tipi di trattamenti vengono utilizzati per combattere l’acne?
Esistono delle terapie per bocca e delle terapie locali, agendo direttamente sull’acne. Le terapie più valide sono i peelings chimici a base di acido salicidico seboregolatore che, agendo direttamente sui recettori delle ghiandole sebacee, le seboregola. Per gli esiti dell’acne anche i peeling con grande potere esfoliante hanno successo perché levigano progressivamente e in maniera non invasiva la pelle, facendo scomparire l’inestetismo. Per esiti molto più gravi si ricorre o all’uso del needling o del plexr, o dei laser.


Epilazione-definitiva.jpg

Cosa si intende per Epilazione Definitiva
L’abolizione definitiva dei bulbi piliferi responsabili della crescita dei peli. La luce pulsata è l’energia principe per questo trattamento perché, a differenza del laser, una volta penetrata sottopelle, raggiunge comunque il bulbo pilifero. Il laser invece, essendo un fascio unidirezionale, se il bulbo non è perpendicolare al pelo colpito, brucia il pelo ma non il bulbo, “facendo una barba molto costosa“.

Quando effettuare il trattamento
Si consiglia di cominciare l’epilazione definitiva nei mesi invernali perché il turn over del bulbo pilifero è di svariati mesi. Per questo motivo ad ogni seduta, che deve essere distanziata di circa 20 giorni, si riesce a colpire solo una parte dei bulbi, quelli che sono attaccati al pelo. I peli che non sono attaccati al bulbo vengono bruciati ma il bulbo sottostante il mese successivo avrà un pelo nuovo e sarà pronto per essere colpito.

Durata del trattamento
La durata del trattamento è variabile a seconda dell’estensione della zona da trattare.
Da pochi minuti a oltre un’ora. Dopo la prima seduta vengono eliminati tutti i bulbi attaccati al pelo con una percentuale variabile dal 20% al 30% e se si è fortunati anche al 50%.

Post Epilazione
Si consiglia di effettuare la ceretta della zona trattata in maniera da preparare i nuovi peli per la seduta successiva (si dovranno appena intravedere).

Vantaggi
Se si comincia con il trattamento in autunno già per l’estate si è pronti ad esibire la pelle liscia e priva di peli. Anche cominciando il trattamento in inverno o in primavera il risultato sarà già evidente per la tintarella estiva.


Fotoringiovanimento-1200x800.jpg

Cosa si intende per Fotoringiovanimento
Il Fotoringiovanimento è una tecnica non invasiva e non dolorosa, effettuata con la luce pulsata, che in poche sedute conferirà al viso un aspetto fresco e giovane, in armonia con i tratti naturali del volto. Una delle proprietà della luce pulsata è quella di eliminare gli inestetismi della pelle con effetto peeling e schiarente, donando alla pelle un aspetto levigato e più giovane, in quanto vengono stimolati i fibroblasti e si accelera il turn over della pelle.

Quando effettuare il trattamento
Il trattamento è consigliato nei mesi invernali perchè prepara la pelle ad essere levigata e senza segni per i mesi estivi.

L’importanza di una visita specialistica
E’ sempre importante una valutazione del medico prima di effettuare qualsiasi trattamento estetico.

Durata del trattamento
Il trattamento varia da paziente a paziente. Si consigliano comunque dei cicli di tre o quattro sedute, anche due volte l’anno, in modo da raggiungere il risultato voluto.

Post Fotoringiovanimento
E’ obbligatorio usare la protezione 50 per evitare che la pelle si macchi, fermo restando che la protezione totale va utilizzata tutto l’anno per arrestare il fotoinvecchiamento dato, non solo dall’esposizione al sole, ma anche dalla luce che passa i vetri, dalla luce del computer e dal neon.

Vantaggi
La luce pulsata, abbinata all’energia degli infrarossi, dona una pelle più giovane e liscia. Il trattamento poi è del tutto non invasivo, quindi non ci sono i svantaggi del pre e post operatorio, non ci sono controindicazioni e non c’è alcun rischio.


RimodellamentoNonInvasivo.jpg

Come combattere il rilassamento cutaneo?
I segni legati al passare del tempo si possono attenuare o cancellare, secondo i casi, anche con trattamenti non invasivi che permettono il rimodellamento graduale del viso e del corpo, ridonando freschezza e tonicità ai tessuti.

Quali tecniche utilizza il rimodellamento non invasivo della cute?
Abbiamo a disposizione sia trattamenti effettuati con cocktail di farmaci e acidi (peeling), che hanno la funzione di rinnovare e stimolare la pelle a essere più giovane, sia tutta una serie di macchinari che hanno la funzione anch’essi di stimolare e ringiovanire i tessuti.

  • la carbossiterapia, che ossigena i tessuti, migliorandone l’aspetto;
  • la radiofrequenza, che stira le fibre collagene rimodellando la cute;
  • gli infrarossi, che stimolano elettivamente i fibroblasti, cellule deputate alla formazione dell’elastina, del collagene e dell’acido ialuronico;
  • la luce pulsata, che svolge un fotoringiovanimento della pelle, rendendola più chiara, compatta e uniforme;
  • laser a diodi frazionato non ablativo, per stimolare il derma a riempire progressivamente le rughe del viso.

Quale protocollo seguire?
Il trattamento di rimodellamento non invasivo prevede cicli combinati delle varie tecniche. Secondo le condizioni iniziali del paziente si prevedono dalle quattro alle dieci sedute, due tre volte l’anno.

Quanto durano gli effetti del trattamento?
I risultati dei trattamenti si apprezzano anche subito dopo. A 21 giorni si ha l’attivazione dei meccanismi di riparazione dei tessuti. I risultati ottenuti dopo un ciclo di trattamenti persistono per mesi ma si consiglia un richiamo, due/tre volte l’anno.






Prenditi cura di Te

Contattaci

Ridona armonia al tuo viso e al tuo corpo. Richiedi informazioni sui nostri trattamenti di Odontoiatria e Medicina Estetica


PRENOTA

Prenota un trattamento



LO STUDIO

Scopri di più


Seguici

I Nostri Social

Rimani aggiornato sulle promozioni, i corsi e i nuovi trattamenti, seguendoci anche sui nostri social



ARMONIA DEL VISO: Via P. A. Micheli, 80 - 00197 Roma (P.zza Euclide)